oliviero toscani ritratto hermes mereghetti

Oliviero Toscani: si fotografa come analfabeti

--:-- --:--

Oliviero Toscani, sarà un’intervista lunga.

Le interviste lunghe non servono a niente.

Proviamoci, quando ti stufi, la chiudiamo. Stai per inaugurare la NEVERENDINGPHOTOMASTERCLASS insieme a Settimio Benedusi, Marco Morosini e Paolo Crepet, psichiatra. C’è qualcosa nella testa che impedisce ad un fotografo di esprimersi?

Non è qualcosa che impedisce solo il fotografo, è una cosa che impedisce chiunque di esprimersi. La gente dice “allora...” “cioè...” l’incapacità di esprimersi è di tutti. Oggi è molto più facile fotograre che parlare. La fotografia sta diventando un’espressione dalla quale dipendiamo e dalla quale facciamo dipendere gli altri. Ci esprimiamo con le immagini, le nostre opinioni si formano con le immagini. Vediamo tutti la stessa identica immagine e abbiamo tutti un’opinione diversa, non è incredibile? Allora bisogna andare a scuola per imparare a fare le immagini e, soprattutto, per imparare a leggerle.
Vediamo...

Per leggere tutte le nostre interviste
devi abbonarti.
Puoi farlo molto velocemente con PayPal o con carta di credito.

Abbonati ora. 1€/anno

Condivisioni