Nuova Intervista

Italo Zannier: il futuro appartiene alle immagini che nascono dalla fotografia


Italo Zannier, quale è il problema della fotografia italiana?

Intanto non è considerata come altrove. In Italia gli storici dell’arte dicono “abbiamo tanta di quell’arte in Italia, che non abbiamo tempo di occuparci della fotografia”. Sbagliano, sbagliano, sbagliano, perché il mondo va avanti, la fotografia è il nostro mezzo attuale di comunicazione e di estetica. L’avventura nel mondo è sempre collegata a tre elementi: la sociologia, la tecnologia e l’estetica. Inoltre la fotografia non va confusa con le arti visive, la fotografia ha una sua specificità che deve essere compresa, ma c’è una grande ignoranza intorno alla fotografia. Della fotografia si evidenzia il suo aspetto comunicativo ed informativo, ma la verità è dentro l’immagine, non è nella superficie.

Considerare la fotografia come legata alla memoria, alla registrazione di documenti, non le impedisce di fare passi avanti?

La fotografia è sembiante della realtà, la fotografia istituisce un’altra realtà, che è quella iconica, quella dell’immagine. La fotografia non è la verità, è una figura retorica.


Condivisioni